COMUNICATO

CRITICITA’ DEI PONTI SUL TORRENTE AGOGNA E VIABILITA’ ALTERNATIVA

Come noto, a seguito del recente divieto disposto con ordinanza provinciale al transito dei mezzi pesanti con portata superiore a 22 t. sul ponte sul torrente Agogna dell’ex S.S. 494 Mortara-Valle Lomellina in località Castello d’Agogna, si è creata una criticità viabilistica che coinvolge il tessuto economico produttivo della Bassa Lomellina.
La questione è stata affrontata con un vertice tenutosi presso la Prefettura di Pavia lo scorso 28 marzo 2018 alla presenza del Prefetto, del Presidente della Provincia, dei Sindaci e del Commissario Straordinario interessati nonché di alcuni rappresentanti delle aziende del territorio.
Al termine dalla riunione è stato evidenziato che i lavori di consolidamento del predetto ponte di Castello d’Agogna potranno avere termine nel secondo semestre dell’anno e che, fino ad allora, l’unica alternativa per i mezzi pesanti risulta essere la creazione di un anello a senso unico Mortara-Albonese-Nicorvo-Robbio-Sant’Angelo L.-Ceretto L.-Mortara.
Per la realizzazione di questa viabilità alternativa i tecnici della Provincia, anche su indicazione del Commissario Straordinario di Nicorvo, hanno avviato le necessarie verifiche statiche dei ponti sul torrente Agogna rispettivamente sulla S.P. 6 Robbio-Nicorvo-Albonese in località Nicorvo e sulla S.P. 26 Mortara-Sant’Angelo L. in località Ceretto L. attualmente gravati da ordinanza provinciale di divieto di transito dei mezzi con portata superiore a 3,5 t., ponti che, per tale scopo, dovranno essere resi accessibili in sicurezza ai mezzi pesanti aventi portata superiore.
Apposita segnaletica sarà collocata a cura della Provincia di Pavia nei punti nodali dell’itinerario e le polizie locali dei Comuni interessati intensificheranno i controlli per garantire il rispetto dei limiti previsti.

Allegati: